Il Duomo

Piazza del Duomo

Piazza Duomo, primo esempio in Italia di una piazza “chiusa”, è dominata dallo stile barocco. All’interno troviamo la Cattedrale collocata, rispetto all’ingresso della Piazza, in modo parallelo. A sinistra troviamo il Campanile, mentre in posizione più arretrata l’Episcopio e sulla destra il Seminario.

.

.

Il Duomo

Considerato uno delle strutture religiose più belle d’Italia, è situato nell’omonima piazza e la sua costruzione risale al 1144. Fu completamente ristrutturato su richiesta del Vescovo Luigi Pappacoda tra il 1659-70, periodo in cui risale anche la costruzione della torre campanaria attigua.
Possiede due prospetti: uno guarda l’ingresso della piazza, mentre il principale è situato a sinistra dell’episcopio. Quest’ultimo presenta una semplice decorazione che si sviluppa in due ordini con le statue dei Santi Pietro e Paolo, San Gennaro e San Ludovico, poste all’interno di grandi nicchie. L’ingresso frontale alla piazza, invece, è ricco di decorazioni. Al centro troviamo la statua di Sant’Oronzo e in basso due nicchie con i Santi Giusto e Fortunato.
L’interno è strutturato in tre navate, a croce latina. Possiede dodici altari, quasi tutti risalenti al tardo Seicento, e tante opere pittoresche realizzate da grandi artisti. Inoltre, possiede all’interno una preziosa cripta risalente al XII secolo con decorazioni barocche.
Il Campanile della Cattedrale eretto tra il 1661 e il 1682, alto circa 72 metri, è considerato il 17° campanile più alto d’Europa.

.

L’Episcopio

Costruito nel XV secolo, fu ampliato e ristrutturato per volere del Vescovo Pappacoda nel 1761. E’ posto a destra del Seminario e a sinistra della Cattedrale ed è arricchito con arcate intercalate da colonne doriche.

.

.

.

.

Il Seminario
Costruito tra il 1694 e il 1709 per volere del Vescovo Antonio Pignatelli. La facciata è scandita da otto finestre decorate elegantemente e al centro il portone d’ingresso è sormontato da un ampio balcone con archi.
All’interno sulle pareti laterali è decorato con otto busti in pietra leccese, un meraviglioso pozzo all’interno dell’atrio e una graziosa Cappella.

.

.

.

.